Riassunto dell'affare

Il caso Stan Maillaud in poche righe: (Versione 2)

Il riassunto

Stan Maillaud: nipote della voce di Radio Londra, ex gendarme divenuto cacciatore di reti pedocriminali, latitante “per buona condotta” (caso Vincent), e scomparso il 22 settembre scorso in circostanze sospette.

Il 22 settembre 2012, mentre conduceva un’inchiesta con la sua équipe, relativa a una rete pedosatanista nella regione di Besançon, Stan è dovuto fuggire in occasione di un controllo di polizia ”di routine”, mentre Janett Seemann e Jeremy Lehut incontravano la loro testimone, nonché vittima - nella maniera più discreta possibile - in un altro veicolo.

Jeremy (investigatore) e Janett (compagna di Stan Maillaud) erano le due sole persone alle quali la vittima aveva acconsentito di rendere la sua testimonianza.

Questo appuntamento rientrava nel quadro di un lungo reportage investigativo, séguito di un primo filmato intitolato Le reti dell’orrore, che osserva dall’interno la potenza del terrorismo di Stato quando protegge le reti pedocriminali.

La vittima di Amancey sembra essere la nona persona ad aver testimoniato in questo reportage; tre interviste - ancora in forma grezza - sono già in rete: Véronique, Hélène et Sandrine Gachadoat..

 

Il 4 Ottobre, Janett Seemann lancia un messaggio d’allarme su Internet, segnalando la scomparsa del suo compagno.

 

Il 20 Ottobre, un raduno a sostegno della causa viene organizzato ad Amancey, vicino al luogo in cui Stan è scomparso. Questo incontro diventa il “primo colloquio internazionale sulla criminalità su bambini da parte di reti organizzate”. Il sospetto di un arresto “clandestino” di Stan, da parte dei gendarmi o della rete, rimane.

Il week-end si svolge in maniera tranquilla, ma…

 

Il 23 Ottobre, numerose persone vengono fermate. Il dossier attraversa la Francia per sbarcare nella Charente Marittime (verso la costa Atlantica occidentale). Un’inchiesta, condotta in precedenza da Stan sul caso di Sandrine Gachadoat, serve come pretesto per giustificare l’arresto di Janett, di Jeremy, di Sandrine e di altri, subito dopo la conferenza di Amancey e la partenza degli ultimi sostenitori. Eppure le “autorità” avevano garantito che tutto si sarebbe svolto senza problemi. Inoltre Janett e Jeremy avrebbero dovuto incontrare la testimone e filmarla, e il deputato Laurent Louis, da parte del Belgio, si era reso disponibile ad offrire protezione alla testimone. La vittima è adulta ed è dunque libera di muoversi.

 

Il messaggio di Jessica X spiega molto bene i passi compiuti da Stan Maillaud per raccogliere le testimonianze di bambini, e giungere ad una conclusione choc della sua inchiesta, una prova ultima, un delitto colto in flagrante e filmato.

Jessica si dice preparata a presentarsi subito alla giustizia per complicità in associazione a delinquere…

Sarebbe molto semplice, per qualcuno di malevolo, trattare questi dossier da un certo punto di vista e presentare degli eroi come un’associazione a delinquere in procinto di rapire dei bambini… Ma una visione più generale di questo caso molto complesso permette di vedere molto bene che Stan e le persone che lo aiutano sono molto scomodi per le alte istituzioni, e come un tale progetto, così rivoluzionario, non possa certo essere lasciato libero di compiersi.

Il 13 Novembre, Jeremy Lehut (Djé Lepeuple) viene liberato.

Riassunto Versione 2 - Alf Red - 22 Novembre 2O12

Trad: R001

 
 
 
 
 

Nessuna nota. Siate i primi a dare!

Aggiungi un commento
 

Data ultimo aggiornamento: 2012-12-10 18:12:29

Creare un sito gratuito con emioweb.it - Segnalare un contenuto inappropriato sul sito - Signaler un contenu illicite sur ce site